martedì 27 ottobre 2015

Etichettatura impianti termici, qualche chiarimento.

In seguito ad alcune informazioni imprecise che stanno attualmente circolando anche su alcuni giornali del settore, ritenuamo oppurtuno fornire un chiarimento (Fonte Ricevuta da Iter Trade)


Si è parlato molto in questi ultimi tempi di tutto ciò che riguarda l’etichettatura degli impianti. Vi ricordiamo che saranno consentiti solo quegli impianti con efficienze energetiche stagionali almeno dell’86% rispetto al potere calorifico superiore.

Purtroppo, come spesso accade nel nostro settore, si è colta l'occasione per riportare, anche a mezzo stampa, alcune notizie errate.

Ecco a cosa ci riferiamo:

E' opportuno non confondere «efficienza energetica stagionale» con rendimento di combustione.

Il valore dell’efficienza energetica stagionale calcolata rispetto al potere calorifico superiore, è calcolata e dichiarata dal costruttore, con valori anche superiori al 150% e serve solo a dare l’indicazione della prestazione energetica del prodotto al potenziale Cliente per una scelta comparativa.


I calcoli dei rendimenti di combustione, invece, rimangono quelli in vigore dalla UNI 10389-1.
Non è attualmente prevista 

Continua la lettura